02 febbraio 2017

Quadraro vecchio vuole la Zona 30, così incontra il consigliere Stefano



Al Quadraro vecchio vogliono la zona 30. Un incontro degli abitanti del quartiere del V Municipio con Enrico Stefano, consigliere capitolino di maggioranza e presidente della commissione Mobilità, per chiedere la realizzazione di un'area di strade adibite alla moderazione della velocità degli autoveicoli.

La giunta Marino diede l'ok a questo progetto così come confermato anche dalla giunta Raggi. La delegazione di quartiere sostiene con fermezza la zona 30 km/h anche per ridurre l'ingresso di veicoli e mezzi pesanti, a causa della "fragilità territoriale di quella zona di Roma che vede un sistema caveale sotterraneo importante e ancora non censito dal Comune di Roma". Il Municipio 5 in effetti è attraversato da cave a Centocelle, Villa de Sanctis, Prenestino e Tor Pignattara, così come a Quadraro.


In attesta della realizzazione della Zona 30 la delegazione del Quadraro Vecchio ha sottopposto a Stefano anche alcune soluzioni intermedie per ridurre l'entità del problema legato al traffico veicolare:
  • L’eliminazione dell’effetto tangenziale Tuscolana-Casilina di Via dei Quintili, attraverso il ripristino del doppio senso di marcia di
  • Via dell’Aeroporto da Via degli Angeli verso Via Casilina.
  • Verifica del coefficiente di riempimento dell’autobus n° 557 con l’obiettivo, se possibile, di sostituire l’autobus con un mezzo più piccolo. Questo permetterebbe la riduzione delle vibrazioni al sottosuolo e un servizio migliore alla cittadinanza, con mezzi più efficienti e idonei al percorso da effettuare tra le strette strade del Quadraro.
  • Comunicano gli abitanti di Quadraro Vecchio: "Il Presidente Stefàno ha preso l’impegno di chiedere alcuni approfondimenti tecnici all’Agenzia della Mobilità in tempi rapidi e rivedersi, insieme anche al V al VII Municipio e Agenzia della Mobilità, per poter avviare la progettazione".