22 settembre 2015

Nel V Municipio 5 disponibile la consultazione psicologica gratuita




V Municipio e psicologia. Il Municipio 5 di Roma ha attivato il servizio di consultazione psicologica gratuita. Un punto di ascolto per il Municipio cinque, dove è possibile rivolgersi per problematiche legate a momenti di difficoltà psicologica personale, all'infanzia, l'adolescenza e la famiglia.

Da settembre, per i cittadini del V quinto Municipio che si rivolgono al servizio di consultazione psicologica, è prevista la possibilità di usufruire di una prima consulenza giuridica gratuita per problematiche relative a separazioni, divorzi, affidamento di figli minori.

Perche' consultare uno psicologo? Viene spiegato sulla pagina facebook del progetto 'Ascoltati': "Nella vita di ogni persona ci possono essere dei momenti nei quali la propria salute psicofisica risente di qualche fattore esterno o interno che non permette più all'individuo di reagire agli eventi come vi ha sempre reagito. In quei momenti è importante saper riconoscere di avere una difficolta' e saper chiedere un aiuto professionale e competente a chi a' in grado di darlo".

Per informazioni e per prenotare una prima consultazione psicologica è possibile contattare la dottoressa Di Giovanni: 340/2670901. A disposizione anche la mail dottssadigiovanni[@]gmail.com (togliere le due parentesi quadre per inviare la mail)

11 settembre 2015

V Municipio e zanzare: alla Casa della Cultura di Villa de Sanctis ti diranno come eliminarle

Zanzara Tigre: lo sapevate che settembre è il mese di massima infestazione? Da giugno il Comune di Roma sta collaborando con Ama per gli interventi larvicidi di disinfestazione che dureranno fino a novembre. Ora la disinfestazione nelle caditoie delle strade e ei luoghi pubblici si sta facendo in modo biologico e sicuro per l'ambiente grazie a questa iniziativa. Tra l'altro sarebbe anche più efficace (fino a quattro settimane) rispetto ai metodi classici di disinfestazione.

Zanzara tigre. Immagine di Wikipedia sotto licenza Creative Commons


Il V Municipio invita cittadini e amministratori di condominio (coloro che prenotano interventi privati di disinfestazione, spesso realizzato con prodotti chimici) mercoledì 16 settembre alle ore 16 alla Casa della Cultura di Villa de Sanctis (via Casilina 665) alla spiegazione che faranno i biologi su questo metodo naturale realizzato con il larvicida a base di Bacillus Thuringiensis.

Gli esperti dell’Ufficio dell’Unità Organizzativa "Risorse Ambientali, Biodiversità e Benessere degli animali" di Roma Capitale illustreranno i comportamenti da tenere per contenere e contrastare il fenomeno dell’infestazione da Aedes albopictus, zanzara tigre e il corretto utilizzo del prodotto larvicida, di cui alcuni campioni verranno distribuiti gratuitamente.

"L’esperienza di questi anni dimostra che solo lo sforzo comune Istituzioni e Cittadino può ridurre la presenza della zanzara tigre, nota la grande capacità di questo insetto che si rifugia sempre più spesso nelle aree private non trattate " è scritto sulla pagina facebook dedicata all'evento.

05 settembre 2015

Carrefour h24 Torpignattara e il potenziale del trenino Termini-Giardinetti



Il trasporto pubblico come il trenino (tram è inesatto) Termini-Giardinetti e gli autobus verrebbero incontro all'esistenza di un supermercato aperto 24 ore a Torpignattara. A Roma ce ne sono ormai 11 più quello di via Luigi Schiavonetti altezza Romanina. Tra questi c'è il supermarket di via Casilina angolo via Filarete. Il gruppo Carrefour aveva destato polemiche perché mentre decideva di aprire un supermercato aperto 24 ore nel V Municipio 5 decideva contemporaneamente di chiuderne un altro, quello di via delle Ciliegie. La chiusura è stata sventata grazie alla lotta dei lavoratori e la solidarietà dei dipendenti Carrefour di Roma e d'Italia.

Essendo l'unico supermarket h24 del V Municipio e uno dei pochissimi di tutta Roma Est sarebbe stato utile, se non necessario, avere un trasporto pubblico adeguato per permettere di andare a fare la spesa dopo cena a chi per questioni di lavoro o di scelta non può o non vuole fare la spesa prima. Purtroppo l'area di Torpignattara si è vista cadere sulle spalle la trave delle scelte trasportistiche romane: la mancanza del passaggio della metro C ha fatto rima con lo spezzettamento del bus 105 (che ora parte da piazza delle Camelie a Centocelle e aveva frequenze dalla mezz'ora in su, ora dovrebbe essere dai 12 ai 20 minuti se tutto va bene) e con l'accorciamento della linea Terimini-Giardinetti, anch'essa con capolinea a Centocelle davanti al parco, in attesa della realizzazione della nuova stazione davanti alla fermata della metro C.

Per tutti i quartieri che insistono sulla via Casilina fino a Giardinetti sarebbe stato utile avere ancora il trenino a disposizione per poter fare la spesa al supermercato aperto la notte. Certo, dopo una certa ora comunque il trenino non sarebbe disponibile, ma fino alle 23 il servizio era garantito.



Il comitato di quartiere di Torpignattara ha comunque inviato al presidente del V Municipio 5 Giammarco Palmieri un progetto di riqualificazione del trenino Termini-Giardinetti, sia in caso di mantenimento dei binari a scartamento ridotto sia in caso di trasformazione in tram. Va ricordata anche l'iniziativa degli autori del blog tramromagiardinetti.blogspot.it per discutere con chi vuole proprio del futuro del trenino. Su Facebook invece è Silvio Bruno del comitato di quartiere Centocelle Storica che fa una proposta alternativa che porti il trenino fino alla metro B (l'immagine di sopra).


Tornando al supermercato, l'augurio è che i lavoratori abbiano un adeguato stipendio, considerando che lavorano tutta la notte, e adeguato riposo per aver stravolto i ritmi sonno/veglia.

04 settembre 2015

Metro C, l'incubo continua: slittano apertura San Giovanni e Colosseo/Fori Imperiali?

Convoglio metro C non ancora completo. Immagine dal sito metrocspa.it


Metro C, da sogno per il V municipio 5 a incubo per tutta Roma. L'estate 2015 ha finalmente visto l'apertura della tratta da Centocelle a piazza Lodi ma ancora bisogna arrivare a San Giovanni. Il sindaco Ignazio Marino ha assicurato che entro metà 2016 la città, quindi anche il municipio V, avrebbe avuto il primo intescambio, tra la metro C e la A. Considerando la puntualità dell'apertura della tratta Mirti-Lodi non si poteva non dare credito al sindaco, purtroppo la realtà si sta rivelando più complicata come ha riportato il sito metroxroma.

La buona notizia è che abbiamo due opzioni, la cattiva è che entrambe le opzioni sono peggiorative. Sul sito di Roma Metropolitane si fa riferimento al 2018 come apertura della fermata San Giovanni, ben due anni dopo la data decisa, questo perché ancora non sarebbe pronto il tronchino di manovra all'altezza di via Sannio.


Tronchino di scambio, video.

L'alternativa sarebbe riuscire ad aprirla nel 2016 ma con un peggioramento delle frequenze della metro C. Facciamo presente che la metropolitana di Roma Est è divisa in due per le frequenze: da Lodi ad Alessandrino 6 minuti, da Lodi a Pantano 12, e viceversa. Tempi non sempre garantiti, va detto e comunque vige sempre "l'ideologia" secondo cui la periferia come il V Municipio debba avere meno del Centro. Quindi ci ritroveremo con attese di rispettivamente 7 minuti e 14 minuti per aprire a metà 2016 la fermata San Giovanni della metro C, oppure mantenere le attuali frequenze (non si parla di migliorarle) fino a 2018 inoltrato.

Purtroppo le cattive notizie non si fermano qui: sembra che possa slittare anche lo snodo con la metro B a Colosseo-Fori Imperiali, dal 2021 al 2022. 

A fronte di tutto questo dobbiamo sarcasticamente definire geniale la scelta di accorciare la tratta del trenino Termini-Giardinetti a Centocelle (non davanti la fermata della metro perché lì dovrebbero costruire la nuova stazione), con la richiesta del Centro Studi sulla Mobilità Cesmot di ripristinare la linea almeno fino al 2018, senza contare la tragica situazione dei tagli agli autobus, con frequenze indegne per una capitale europea che sono tali a causa del fallimento di fatto di Atac.

C'è chi ha deciso di incontrarsi, con cinque appuntamenti settembrini nel finesettimana, in alcuni bar sulla Casilina dove fino a poco fa passava il trenino, per chiedere il ripristino del tram. Visto l'andazzo la richiesta non sembra affatto peregrina.

02 settembre 2015

Trenino Termini-Giardinetti: le richieste dei cittadini sul futuro della tratta

Termini-Giardinetti: è giusto che il trenino o tramvetto sia limitato a Centocelle, nel V Municipio 5, come vi abbiamo informato un mese fa? Il dibattito è andato avanti con la decisione improvvisa anche se si sapeva che il prima o poi sarebbe accaduto. Il quartiere di Torpignattara è quello più interessato dalle decisioni sulla tratta che ora va da Termini (Laziali) a Centocelle (la stazione del trenino non della metro), poiché è un quartiere non interessato dal passaggio della metro C (che si trova a piazza Roberto Malatesta, oppure si deve raggiungere la metro A ad Arco di Travertino).

C'è chi comunque non si è dato per vinto e vuole discutere con i cittadini interessati su come rilanciare e salvare tutta la ex linea Termini-Giardinetti (che sarebbe la vecchia ferrovia che portava fino a Fiuggi e che per tanto tempo è arrivata a Pantano prima e a Grotte Celoni successivamente), ora Termini-Centocelle. Stiamo parlando del blog "Sferragliamenti dalla Casilina" da tempo impegnato nell'informare su quel che accade al trenino.

Immagine dal blog tramromagiardinetti.blogspot.it


"Per tutto il mese di settembre saremo presenti sul territorio della Casilina con appuntamenti nel fine settimana, sullo stile dei caffè letterari, detti 'Caffè del Trenino' " annunciano sul blog. Ovviamente alcune tappe interessano il nostro V Municipio 5, ecco quando e dove compreso il VI municipio:
  • Torpignattara, sabato 12 settembre ore 11:00 al NextAge cafè (Via Casilina, 402)
  • Torre Maura, domenica 13 settembre ore 11:00 al Ndo’Zu’Tury Bar (Via Casilina, 1074)
  • Grano, sabato 19 settembre ore 17:00 al Cafè Circi (Via del Grano, 1)
  • Giardinetti, sabato 26 settembre ore 11:00 presso l’Attiani Cafè (Via Casilina, 1238)
  • Centocelle, domenica 27 settembre ore 11:00, Gran caffè I. Marcello (Piazza delle Camelie, 40)
Qui, oltre alla limitazione della ferrovia, che porta con sé il rischio del degrado del tratto dove insistono i binari da dopo viale Palmiro Togliatti fino a Giardinetti appena superato il G.r.a., c'è anche un'altra questione di cui sarebbe giusto discutere sebbene possa entrare in conflitto (ma non è affatto detto, come ci hanno  sottolineato su Twitter dal blog tramromagiardinetti.blogspot.it) con la richiesta di ripristinare la tratta. Stiamo parlando della possibilità che un giorno tolgano i binari per allargare semplicemente la carreggiata di via Casilina (pensando che tanto basti a risolvere il problema del traffico anche se coì non è e non sarà), nonostante in caso di manutenzione straordinaria delle vie è previsto che venga realizzata una pista ciclabile. La Casilina è sempre più utilizzata dai ciclisti e all'altezza del Rccordo Anulare sarebbe necessario e doveroso poter pedalare in tranquillità al di fuori dello svincolo che risulta ostico e pericoloso (sempre meno di quello su via Prenestina). Sarebbe opportuno fare anticipata richiesta, come via d'uscita nel caso di un no del ripristino della Termini-Giardinetti, di realizzare la ciclabile, come richiesto anche dal gruppo "Ciclabile Casilina".